Emiliano: su Xylella rivedere Decreto Martina

La disobbedienza civile alle leggi, ovviamente, non esiste. Quello che esiste è la possibilità di operare delle modifiche in fase applicativa del decreto, che lo rendano compatibile con lo specifico della nostra agricoltura.

Ed è quello che la Regione Puglia sta tentando di fare con un'opera di mediazione che farà arrabbiare sia i cultori dei pesticidi, sia coloro che non li desiderano".

Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano cosa pensasse della disobbedienza civile di alcuni sindaci del Salento che non applicano il decreto Martina, che prevede l'uso di pesticidi per combattere la Xyella, il batterio che sta essiccando gli ulivi.

"Il nostro lavoro - ha rilevato Emiliano - è stare in mezzo e prendere schiaffoni da tutte le parti. Però questo è il nostro lavoro: governare". "E governare - ha concluso - normalmente non accontenta nessuno".

Commenti Per commentare devi accedere a MatrixS

Olivhealth 2 mesi fa

La Puglia è quella regione fantastica che custodisce più di 60 milioni di ulivi: un patrimonio unico al mondo. L'attenzione verso il territorio e le sue ricchezze storiche, naturali, paesaggistiche e, quindi, turistiche, devono essere il motore principale in grado di muovere le azioni politiche e creare quel "benessere" che tanto cercano cittadini locali e viaggiatori globali.

Gino Moro 2 mesi fa

Meglio la convivenza che la disobbedienza civile. Su questi temi non si deve cercare lo scontro ma la possibilità di fare un fronte comune nel bene di tutti...

Aaida Amaranto 2 mesi fa

Saranno inseriti prodotti per agricoltura biologica. Chi fa Bio cosa potrà fare?

Lakis Mixailidis 2 mesi fa

Una piaga per l’olivicoltura Pugliese. Il nostro ori di Puglia rischia di essere svalutato

Potrebbero interessarti