Luigi D'Aversa

Partner

Frutta e verdura elisir di lunga vita...e i CLAIM???

Un tema che riguarda sempre più gli stressanti stili di vita è di sicuro l'alimentazione. La vita frenetica ci porta sempre più al consumo di prodotti confezionati, talvolta poco salutari ricchi di proprietà dannose per l'uomo.

Secondo l'OMS ( Organizzazione Mondiale della Sanità) un consumo adeguato di frutta e verdura cambierebbe la mappa mondiale delle malattie cardiovascolari.

Si stima che con 600 grammi di frutta e verdura al giorno si eviterebbero oltre 135 mila decessi, si eviterebbero un terzo delle malattie coronariche e l’11 per cento degli ictus. Le famose 5 porzioni al giorno arrivano in media a 400 grammi, la quantità minima consigliata, dunque, per un menu salutare. Mangiare frutta e verdura significa avere un apporto insostituibile di sali minerali, vitamine, fibre e sostanze antiossidanti, contenute in quantità variabili nei diversi alimenti.

Diverse forme di tumore, disturbi respiratori, intestinali, come la stipsi, e persino la cataratta possono essere rischi ridimensionati con l’aiuto del fruttivendolo.

Ecco, colore per colore,gli alimenti che non devono mancare in tavola.

BLU-VIOLA

Melanzane, radicchio, fichi, lamponi, mirtilli, more, ribes, prugne, uva nera sono alimenti ricchi di antocianine, beta carotene, vitamina C, potassio e magnesio

VERDE

Asparagi, basilico, biete, broccoli, cavoli, carciofi, cetrioli, insalata, rucola, prezzemolo, spinaci, zucchine, uva bianca, kiwi contengono beta carotene, magnesio, vitamina C, acido folico e luteina

BIANCO

Aglio, cavolfiori, cipolle, finocchi, funghi, mele, pere, porri, sedani uva bianca garantiscono un apporto di polifenoli, flavonoidi, composti solforati, potassio, vitamina C, selenio

GIALLO

Arance, limoni, mandarini, pompelmi, meloni, albicocche, pesche, nespole, carote, peperoni, zucca, mais sono ricchi di flavonoidi, beta carotene, vitamina C, potassio

ARANCIO/ROSSO

Angurie, arance rosse, barbabietole, ciliegie, fragole, peperoni, pomodori, rape ravanelli contengono licopene e antocianine.


Dopo questa descrizione, sembrerebbe che FRUTTA E VERDURA POSSIAMO DEFINIRLI ELISIR DI LUNGA VITA, E MI CHIEDO "PERCHE' NON SONO APPLICABILI CLAIM SALUTISTICI NEL SETTORE ORTOFRUTTICOLO?"

Ebbene si, dopo accurate ricerche e grazie alla collaborazione di Rossella Gigli (Giornalista Fresh Plaza) e di Cosimo Guarini, abbiamo svelato il mistero.

I "claim salutistici" si potrebbero applicare in ortofrutta, a condizione che il prodotto debba essere preconfezionato e sigillata dalla azienda produttrice e non dall'operatore al momento della vendita.

Se pensiamo che soprattutto in Italia la frutta la si vende per la maggior parte in box da diversi kg,è molto chiara la motivazione per cui non vengono applicati i diversi e numerosi claim. Davvero una grande opportunità peer le aziende del settore.


Commenti Per commentare devi accedere a MatrixS

Potrebbero interessarti